COME LEGGERE IL CALENDARIO MACROECONOMICO

 

Come leggere il calendario economico è stata quindi una delle prime cose con cui ho iniziato a fare pratica.

 

Pensate che la gran parte delle persone che si avvicinano al Trading da neofiti non sanno nemmeno che esiste un calendario di questo tipo....

 

Bisogna capire prima di tutto la differenza tra analisi fondamentale ed analisi tecnica.

 

Ciò che vi riporto è ciò che ho imparato direttamente, negli anni, facendo tante simulazioni e studiando tante informazioni reperite online.

Posso dirvi, con certezza, che  seguire il calendario economico sia un qualcosa che possa aiutare nel breve ma anche nel lungo periodo per impostare la propria strategia di investimento.


Che cos' è il calendario economico (https://it.investing.com/economic-calendar/)

 

Il calendario economico è una sorta di agenda. Ogni giorno vengono resi pubblici dati su indicatori economici come l’inflazione, i tassi di interesse delle banche centrali, il tasso di disoccupazione di un paese e molti altri dati. Man mano che stati, banche e istituzioni decidono quando rendere pubblici tali dati, il calendario economico si arricchisce di informazioni.

Tutti questi indicatori influenzano l’attività finanziaria mondiale e, di conseguenza, i mercati.

 

Ad esempio, una decisione sui tassi di interesse influenza il valore di una moneta (forex).

 

Oppure il dato sulle scorte di gas influenza il prezzo di tale materia prima (mercato delle commodities).

 

E ancora i dati sul pil di un paese possono influenzare la borsa di tale paese (azioni).

 

Il calendario economico esiste quindi per permettere agli operatori finanziari, ai traders ed agli investitori di rimanere aggiornati sui dati e gli eventi che influenzano i mercati.

 

In particolare il calendario economico è di supporto allo svolgimento della cosiddetta Analisi Fondamentale.

 

Tale metodologia di analisi richiede un post dedicato  ma per spiegare a grandi linee vediamo un esempio molto elementare:

 

State facendo trading sul forex. Controllate il calendario economico e vedete che la FED – la banca centrale americana – potrebbe tagliare i tassi di interesse. Attendete l’uscita della notizia e se il dato è uguale e maggiore alle attese decidete di fare una operazione long sul cambio EURUSD (perché in teoria il dollaro dovrebbe indebolirsi).


Come leggere il calendario economico: elementi che lo compongono

 

Ci sono alcuni elementi che caratterizzano questa agenda di indicatori economici.

Per spiegare come leggere il calendario economico vorrei analizzare elemento per elemento illustrando di cosa si tratta e come tradarlo.

 

Data/ora

Per ogni data c’è una lista di eventi e per ogni evento è indicata l’ora in cui il dato sarà pubblicato. Quando guardate il calendario accertatevi che l’ora sia quella del fuso orario di vostro interesse.


Paese

È il paese a cui si riferisce il dato che sarà pubblicato. Ad esempio l’inflazione italiana, l’inflazione tedesca, piuttosto che l’inflazione di tutti i paesi dell’eurozona.

 

Impatto

Indica l’importanza che l’indicatore / evento potrebbe avere sui mercati e in particolare sul mercato di riferimento. Di solito è indicato su una scala che va da 1 a 3, dove con 3 vengono indicati i market movers ovvero gli eventi che ci si aspetta influenzino in modo molto significativo i mercati.


Evento

Di solito è la pubblicazione di un dato (es. pubblicazione inflazione mensile eurozona) ma può anche essere  il discorso di un governatore di una banca centrale (es. conferenza stampa di Draghi in seguito ad una riunione della BCE).


Valore attuale

È il valore reso noto dell’indicatore in questione. Rimane in bianco finché il dato non è ufficialmente pubblicato.

 

Valore previsto

È il valore previsto dagli analisi per un indicatore. Essendo una previsione viene reso noto prima dell’evento.

 

Valore precedente

È il valore precedente dell’indicatore. Ad esempio con l’evento “pubblicazione inflazione italiana” di aprile, viene mostrato il dato reso noto a marzo.

 

Chiarita la terminologia vediamo ora un possibile esempio di utilizzo del calendario economico.


Esempio di utilizzo

 

Per rendere utilizzabili questi consigli su come leggere il calendario economico farò un esempio di un suo possibile utilizzo prendendo in considerazione qualche caso del passato.

 

Perché non farlo su un evento futuro? Perché, come vi mostrerò, il calendario economico non è uno strumento previsionale ma un’agenda tramite la quale si può farsi un’idea di cosa farà muovere i mercati e quando.

 

Il 4 gennaio 2017 (data) sono stati resi noti i dati sull’inflazione annuale (evento) dell’eurozona (paese).

 

L’indice di riferimento è chiamato IPC ovvero Indice dei Prezzi al Consumo.

 

Sono praticamente due anni che la BCE cerca di stimolare un rialzo di questo indice come ti ho già spiegato nell’articolo sul Quantitative Easing.

L’inflazione ha effetto sul valore di una moneta perché maggiore è l’inflazione maggiore dovrebbe essere il costo del denaro e quindi il valore della moneta. La pubblicazione dei dati sull’inflazione è, quindi, un evento market mover con un impatto di 3 su 3.

 

Il dato è stato comunicato alle ore 12:00. Il valore precedente dell’indicatore era dello 0,6% mentre il valore previsto era dell’1,0%. Nel caso il valore attuale fosse pari o maggiore delle aspettative il trend del cambio EURUSD poteva essere rialzista. Viceversa ribassista. Questa è l’indicazione sull’operatività che vi può dare il calendario economico.

 

Com’è andata effettivamente? Il dato pubblicamente comunicato è stato dell’1,1% (valore attuale), migliore delle aspettative e addirittura il miglior dato dall’ottobre 2013. L’effetto sul cambio EURUSD è stato quello di un bel rialzo del valore dell'euro rispetto al dollaro, come da attesa.


Conclusioni su come leggere il calendario economico

 

Questo articolo è  un’idea di come leggere il calendario economico per seguire i mercati finanziari. Ma voglio concludere dando ancora un paio di consigli.

 

Prima di tutto esercitarsi. Iniziate con i market movers. Prendere nota, ogni giorno o ad inizio settimana, dell’orario in cui viene comunicato un dato o una serie di dati e verificate gli impatti sullo strumento che state tradando. Già fare questo esercizio non è facilissimo e richiede costanza. Ma imparerete tante altre cose oltre al solo saper utilizzare il calendario.

 

Vi consiglio anche di utilizzare il calendario economico come uno dei tanti strumenti della vostra "scrivania operativa" .... Lo utilizzano anche le istituzioni, i fondi di investimento e loro sanno come usarlo a loro vantaggio soprattutto nel breve periodo.

 

Infine è utile anche come bussola per il lungo periodo. Seguendo l’andamento dei principali indicatori (es. inflazione, disoccupazione, tassi di interesse) ci si fa un’idea di come sta girando il vento permettendovi quindi di pianificare gli investimenti di medio – lungo periodo per approfittare di situazioni vantaggiose.

 

Clicca qui per ritornare alla "lista Operatività"